Alessandro Gasbarri
  • BIOGRAFIA

    BIOGRAFIA

...Condizionamenti fraudolenti cercano invano di mortificare il compiuto, ma nella melodia della natura rinviene quella fiamma di caos che è terapia agli oscuri mali che lo obbligano al contatto terrestre.
E’ un essere instabile... 

Evoluzione in defecazione
Alessandro gasbarri
BIOGRAFIA
Alessandro Gasbarri nasce ad Albano Laziale nel 1983. L’infanzia vissuta a cavallo tra due epoche, l’una che guarda, con nostalgia, alla conservazione (frammentaria) delle tradizioni contadine, l’altra, invece, che si affaccia alla soglia dell’evoluzione tecnocratica, rappresenta il terreno fertile di uno sviluppo emotivo caratterizzato da “contaminazioni”. Nel 2003 si diploma presso il liceo classico di Velletri ed intraprende gli studi giuridici, sebbene la passione per l’arte e la filosofia avrebbe suggerito scelte radicalmente diverse.

In realtà, proprio quella dicotomia tra la norma, espressione dell’ordine (presunto) e l’arte astratta, sintomatica di un disordine (presunto), costituirà la scintilla che indurrà Alessandro ad intraprendere il suo primo percorso artistico-concettuale: “Fenomenologia dell’ascolto e decostruzione del tempo”. Percorso questo, che ha origine nel 2003 con l’opera “Stalle sociali” e si conclude nel 2013 con “La ferita”. Senza soluzione di continuità, il 2014 sarà un anno particolarmente produttivo. Nasce difatti il secondo percorso artistico-concettuale, “Aufheben, il superare conservando”, portato in mostra presso le suggestive mura delle Scuderie Aldobrandini.

Materia e pensiero sono, per Alessandro, un binomio imprescindibile, necessario per consentire una valida diffusione del virus arte con annessa pandemia emozionale.
strumenti di lavoro